Stefano Costa

Per informazioni e contatti

contact-costas@elastica.eu

Nato nel 1982, ha sempre diviso i suoi giorni tra Oltrepò pavese e Levante ligure. L’aver sfiorato questi due piccoli mondi tanto diversi, sin da bambino, senza che il suo cuore ne abbia mai abitato solo e soltanto uno, l’ha fatto innamorare delle storie che qui e là prendevano forma: storie di persone, di animali, di case, di fili, di oggetti che ritrovava sempre in posti differenti. Come gli accadeva con la vita, ché la trovava sempre dove non credeva di averla lasciata.

E sin da bambino sentiva il bisogno di inseguirle, queste storie, inseguirle anche dopo che sembravano concluse, finite, esauritesi – anche dopo che quella persona non rispondeva più al campanello, anche dopo che quella casa e quella terrazza restavano al vento. Anche dopo che restavano le cose e solo le cose.

Così ha studiato letteratura e filologia a Pavia, lavorato per micro e macro editori, e oggi è editor, redattore e scrittore.
E quelle storie ha imparato a tradurle su pagina, sia prendendosi cura dei libri altrui sia scrivendone di propri. Ha esordito nel 2020 con il romanzo Il primo giorno d’autunno al mondo, pubblicato presso il Saggiatore.

Vive ancora tra l’Oltrepò pavese e il Levante ligure, e scrive dei luoghi di cui narra. E no, ancora non ha capito perché a volte la vita devi riprenderla da dove non credevi d’averla lasciata.