Natascha Lusenti

Da otto anni la sua sveglia suona alle 4 del mattino perché è una delle voci dell’alba di RaiRadio2, prima a CaterpillarAm e ora a Ovunque6 Morning Show.

Ha lavorato in tv come conduttrice, giornalista e autrice in programmi di attualità e politica, di divulgazione storica, di enogastronomia con Gregorio Paolini, Gianluigi Nuzzi, Romano Prodi, Marco Paolini, Valerio Massimo Manfredi, Rula Jebreal. Con Michele Santoro, a Sciuscià e Annozero, si è confrontata con i reportage. È stata il volto di Atlantide su La7 e per La3 ha intervistato i politici italiani in Taxipopuli. Ha avuto come primo maestro Enrico Deaglio a Diario dove ha iniziato la sua carriera. Per Rai 5 e Rai 1 ha girato il mondo raccontando le città attraverso il cibo e i musei con il programma Qb – All’estero quanto basta. Ha collaborato con la tv della Svizzera italiana, realizzando in particolare l’inchiesta Finché morte non ci separi sugli ultimi giorni di vita dei nostri animali domestici, tra malattia, morte naturale ed eutanasia.

Per Garzanti, nel 2018, ha pubblicato con successo il romanzo Al mattino stringi forte i desideri, tradotto in vari paesi europei tra cui la Francia, dove è andato in ristampa dopo due mesi. All’Università La Sapienza di Roma le mancava solo la tesi e finalmente si è laureata con lode in Arti e scienze dello spettacolo con uno studio sull’opera della regista francese, femminista e attenta ai temi LGBTQ+, Céline Sciamma.

Fa la volontaria per l’Ente Nazionale Protezione Animali e l’ha fatto a lungo con i bambini della Grande Fabbrica delle Parole. Parla inglese e francese. È figlia e nipote di calciatori e tifosa della Roma fin da quando era una bambina che cresceva nella Svizzera italiana.

Come relatrice tratta i temi che più la appassionano come il femminismo, i diritti umani, l’ecologia, il cinema e lo sport, mentre, come moderatrice, ha condotto eventi e dibattiti di ogni tipo, dalla politica alla cultura, dall’attualità alle tematiche sociali.

Per informazioni e contatti: contact-lusenti@elastica.eu