Riccardo Iacona

Reporter, autore e conduttore televisivo, è considerato uno tra i più autorevoli interpreti del giornalismo italiano di inchiesta.

Romano, si laurea in discipline dello spettacolo alla Facoltà di Lettere e Filosofia all’Università degli Studi di Bologna ed esordisce nel cinema in qualità di aiuto regista. A fine anni 80, inizia la sua esperienza televisiva nelle terza rete della Rai.
Prima in Scenario di Andrea Barbato e Duello, dopo l’incontro con Michele Santoro, Samarcanda, Il Rosso e il nero e Temporeale.
Lascia la Rai per seguire Santoro su Italia Uno, è autore insieme a Ruotolo e Formigli dei programmi Moby Dick e Moby’s. Nel 1999 vi rientra sempre insieme a Michele  Santoro, e lavora per le due testate Circus e Sciuscià.
E’ autore e regista di reportage che indagano l’Italia nelle sue sfaccettature più diverse e ne restituiscono un quadro nitido e sincero.
La serie “Italiani”, con W gli Sposi, W il Mercato, e W la Ricerca, vince la sfida del grande reportage in prima serata nonché numerosi riconoscimenti, fra cui il Premio Ilaria Alpi e il Premio Flajano.
Dal 2009 è autore e conduttore di “Presadiretta”, il programma di reportage che da 6 anni presidia la domenica sera di rai 3 alternandosi con Report.
Negli ultimi anni ha contribuito al dibattito nazionale sulla violenza sulle donne e femminicidio, misurandosi in particolare con l’universo tanto vasto quanto impenetrabile della prostituzione e dei suoi “consumatori”. Su questi temi di concentrano i suoi due ultimi libri, Se questi sono gli uomini (Chiarelettere 2012) e Utilizzatori finali (Chiarelettere 2014).
Come giornalista è chiamato ad approfondire i molteplici argomenti trattati nei suoi reportage: dalle tematiche ambientali all’economia sostenibile, dalle riforme istituzionali ed economiche dell’agenda politica del paese ai nuovi scenari sociali dati dai flussi migratori. Abile narratore grazie alla sua capacità di analisi e approfondimento.

Per informazioni e contatti: contact-iacona@elastica.eu