ELASTICA NELLA GRANDE MELA PER IL GALÀ DINNER DELLA CAMERA DI COMMERCIO ITALIANA A NEW YORK

E’ la Camera di Commercio italiana di più antica tradizione negli Stati Uniti: è la Camera di Commercio italiana a New York, che nella Grande Mela ha sede dal lontano 1887.

Elastica lo scorso 6 dicembre ha partecipato alla realizzazione del suo galà dinner che si è tenuto nello splendido Loeb Central Park Boathouse nel cuore del polmone verde della città. Titolo della serata, The Extraordinary Italian Taste, una serata dove l’eccellenza del made in Italy è stata protagonista assoluta, coi suoi prodotti, con le sue aziende, con le sue istituzioni e con le persone che più rappresentano e contribuiscono a fare grande l’italianità negli States.

“Il tema della serata è tutto quello che è autenticamente italiano”, ha detto il segretario generale dell’Italy-America Chamber of Commerce Federico Tozzi, che ha poi spiegato come il 2016 sia stato un anno molto importante per la Camera, che ha visto una notevole crescita strategica accompagnata da una transizione di successo nella leadership e da un cambiamento istituzionale.

Il contributo di Elastica al galà è stato una performance visiva curata da Giacomo Maestri, fotografo, e Mikkel Garro, visul designer, che hanno ritratto gli ospiti della serata immergendoli in una serie di cartoline vintage con i saluti dalle principali città del nostro Paese. Oltre a stampare tutte le cartoline per gli ospiti, le immagini sono state oggetto di una grande proiezione realizzata sulle vetrate della Boathouse, contribuendo così alla realizzazione di una scenografia molto “italian taste” per l’intero evento.

“La parola chiave per questa serata è innovazione. Un’innovazione che si accompagna a cambiamenti che devono essere rilevanti e sostenibili per il pubblico”, ha commentato il presidente dell’Italy-America Chamber of Commerce Alberto Milani. Alla serata era presente anche il console generale a New York Francesco Genuardi.

Là dove finiva Bologna, comincia Elastica

E’ uno dei pochi palazzi del centro storico la cui facciata si può godere da una prospettiva ampia: arrivando dalle Due Torri e puntando alla via Emilia, da via Ugo…

Fare i conti con il festival

Rilanciamo volentieri un intervento di Stefano Bartezzaghi (uscito su Repubblica di domenica 12 novembre) in cui Elastica si riconosce molto. Buona lettura Fare i conti con il festival Di Stefano…

“È cima!”: Nives e Romano conquistano l’Annapurna

Conosco Nives prima della spedizione del Makalù, lo scorso maggio. Ci telefoniamo perché lei abita a Tarvisio e sta per partire. Chiacchieriamo e ci raccontiamo un po’ di cose per…