Nives Meroi ha aperto una nuova via sulla parete Ovest del Kabru IV

Un’ascesa a 7318 metri insieme al marito Romano Benet, allo slovacco Peter Hamor e allo sloveno Jan Bojan, sei anni dopo aver completato la collezione dei 14 “ottomila” della Terra nel maggio del 2017.

Così Nives Meroi, fra le più forti donne alpiniste del mondo, descrive la sua ultima impresa: “le emozioni sono state intense, ma molto belle. Mi hanno un po’ rappacificato con le montagne dell’Himalaya che negli ultimi anni sono state prese d’assedio dal turismo d’alta quota”.

La cordata è giunta in vetta al Kabru IV, al confine tra Nepal e Sikkim, percorrendo una via inesplorata, nell’unica finestra favorevole dopo svariati giorni di tentativi ostacolati dal maltempo.
Il risultato è una nuova via il cui nome Diamonds on the soles of the shoes si ispira ad una canzone di Paul Simon e fa riferimento ad un bivacco in una grotta piena di cristalli brillanti di ghiaccio lungo il tracciato: “ci siamo fermati per qualche ora in questa grotta che, illuminata dalla luce delle lampade frontali, sembrava davvero fatta di diamanti. Un’esperienza molto bella, perché si è trattato di alpinismo: affrontare una montagna nuova, individuare un percorso, trovare la via e salirla con le proprie gambe e i propri polmoni”.

Senza bombole d’ossigeno né corde fisse né portatori d’acqua, “ci siamo avventurati su una parete mai salita dal versante nepalese. Abbiamo aperto questa nuova via, mentre sopra di noi c’era un andirivieni di elicotteri che facevano da servizio taxi per gli alpinisti che raggiungevano il campo base del Kanchenjunga”.

Nives Meroi News
Ti serve una mente elastica

Hai un’idea ma ti serve un progetto?
Ti serve una mente elastica.

Contattaci